Siamo centro assistenza & ricambi autorizzato DAF

logo dafVan Doorne Aanhanger Fabriek, il cui acronimo DAF è più noto, trova le sue origini nel 1928, quando Huengens decise di finanziare l'officina Hub van Doorne che si occupava delle riparazioni di imbarcazioni a Eindhoven. Dall'epoca, in pochi anni, l'azienda diede vita al primo rimorchio leggero. Rimorchi e semirimorchi divennero ben presto gli oggetti principali della produzione. A cambiare il volto delle Officine furono i primi quattro anni di collaborazione con il finanziatore. Fin da subito lavorarono all'innovazione con l'intento di rivoluzionare il trasporto merci su gomma. I primi progetti riguardarono la leggerezza del telaio, l'automatismo dell'impianto di aggancio e il sistema frenante.

Nel 1935 arrivò la collaborazione con l'esercito olandese e in particolare del capitano Van der Trappen. DAF diede vita, dopo alcuni studi, al TRADO, ovvero la conversione del motore singolo assale posteriore in ponti tandem motore doppi. Ciò consenti di ottenere migliori prestazioni dei mezzi. Quattordici anni dopo entrò in produzione un telaio scorrevole per gli autobus. Fu un passo importante per ideare il veicolo militare 6x6, con una trasmissione ad H avanzata. Arrivato nel 1953. Il trasporto di persone non rubò, però, la scena ai mezzi pesanti per le merci. Infatti nel 1955 DAF immise sul mercato i modelli 1100/1300 e 1500. Fecero da apripista all'allargamento dello stabilimento, con la licenza Leyland per i motori.

Un importante passo per realizzare la Serie 2000 con una capacità posteriore di 10 tonnellate. Un record per l'epoca. Ma i fratelli Van Doorne non si accontentarono, tanto da cominciare, nel 1958, la produzione di automobili, con la trasmissione Variomatic. Cominciarono con 800 mila esemplari. Gli anni Sessanta furono dedicati alla realizzazione di nuovi motori, che aumentavano la potenza, a beneficio del trasporto. Ci furono molti progressi nella meccanica, mentre negli anni Settanta i camion cominciarono ad essere maggiormente equipaggiati, diventando dei veri e propri salotti. L'obiettivo era quello di consentire agli autisti che intraprendevano i lunghi viaggi di avere a disposizione l'occorrente.

Il Daf Supercontinental era dotato di una cucina compatta, con fornelli per la cottura, frigorifero, bar e tavolino per poter mangiare durante le brevi soste. Il 1980 segnò l'arrivo di nuovi modelli di mezzi usati per il trasporto della terra e dei prodotti delle miniere. Un modello su tutti: N2800. Un camion Daf vinse la Parigi-Dakar due anni dopo. Si replicò nel 1987. Tra gli anni Ottanta e Novanta Nacquero molti nuovi modelli: 2700ATi, 2900, 3200 e serie 95, per citarne alcuni. Nel 1993 ci fu un notevole calo del mercato automobilistico che decretò il fallimento dell'azienda. Ma un anno dopo si ricominciò, reinventando la cabina della serie DAF 95. Fu un nuovo inizio. Nel 2006 arrivò il Paccar Pr, motore da 360 CV.

Nel 2014 LF Aerobody, camion aerodinamico per la distribuzione al dettaglio, ha conquistato il settore. Oggi l'azienda vanta modelli come XF pensato per lunghe percorrenze con bassi consumi; CF, versatile e confortevole nella guida; LF, perfetto in città per distribuire i prodotti nei negozi. I modelli sono Euro 6 e dotati di tecnologia progettata per aumentare la sicurezza dei mezzi e la comodità dell'abitacolo, nonché il comfort nella guida.

Richiedi un test drive



prenota tagliando



logo contattaci